Il mio bar, il mio blog, la mia storia,

Chi sono?

Molto probabilmente, ancora prima di voler sapere chi sono, hai già una domanda decisamente più grande e importante che ti frulla in testa. Sono sicuro che si tratta di qualcosa di simile a questa:

Perché proprio “Jumping Parma?”

Beh, perché nella mia vita ho compiuto un vero e proprio salto di qualità (jump); ci sono riuscito con tanto impegno e un pizzico di fortuna. Il tutto spostandomi da Rovigo (nel nord Italia) alla città dei miei genitori, Parma, dove ora ho un’attività tutta mia.

Lasciate che vi racconti.

La mia storia

Prima di iniziare, ci tengo a fare una piccola premessa: non è stato per nulla un cambiamento improvviso, veloce e senza problemi. È stato difficile ed impegnativo, ma non mi sono arreso. E credo proprio che anche tu sia in grado di farcela nel mondo del trading online, per questo sono qui a raccontarti la mia storia. Proprio per spiegarti perchè sono estremamente convinto di quello che faccio.

Mi chiamo Lino Baratto, sono un giovane ragazzo nato a Rovigo, in Veneto.

Ho frequentato una scuola nel mio paese con una formazione specifica per il mondo della cucina, dopodiché ho iniziato a lavorare dietro ad un bancone di un bar proprio di Rovigo. Avevo imparato ed assorbito tutti gli insegnamenti scolastici e lavorativi come una spugna assorbe l’acqua. O, nel mio caso, come assorbe un cocktail. Sin da quando ho iniziato ad entrare seriamente in questa attività, ho frequentato corsi di latte art, mixology, tour in distillerie e cantine per poi prendermi qualche gratificazione personale con qualche gara e concorso. Ma non bastava. Sembrava non bastare mai. La paga era minima, tanto che arrivavo con fatica a fine mese, e le mance erano rarissime. Il tutto nonostante dessi continuamente il meglio di me. L’euforia dell’avere un lavoro fisso durò meno di anno, giusto il tempo che ho dedicato alla mia crescita personale come barista professionista.

Trattandosi di un lavoro che mi piace(va) molto e che considero la mia specialità, non ho mai avuto una vera intenzione di mollare. Così ho deciso di trovare un modo per arrotondare la paga mensile: il trading online.

Sì, ci sono riuscito.

Col mio collega di bancone (e di problemi) Paolo, ho raccolto la sfida, cominciando praticamente da zero. La voglia di fare era tanta, volevo mettermi in gioco ed ero desideroso dei guadagni facili e veloci tanto proclamati dai siti. È stato Paolo a frenarmi e a dirmi di procedere con cautela, lui è sempre stato molto più previdente e assennato di me.

Così abbiamo iniziato a seguire corsi online sul trading, ci siamo informati passo passo sull’andamento del mercato azionario, abbiamo ricercato con molta cautela i broker più affidabili sino a giungere ad una conclusione: il broker IQ Option. Non è stato facile, il rischio di incappare in truffe è sempre presente: proprio per questo motivo mi permetto di scrivere direttamente sul mio blog il nome del broker che ho utilizzato io e che, lo assicuro personalmente, è affidabile e serio.

Una scelta determinante per l’utilizzo di quel broker è la possibilità di avere conti demo senza rischiare soldi veri, ma ne parlerò meglio in un altro post.

L’inizio del successo

I nostri primi investimenti sono stati fruttuosi ma, per non rischiare e per testare il funzionamento della piattaforma, avevamo investito importi minimi (parliamo di cifre come 5€ o 10€). I risultati ci hanno sorpreso: in una settimana abbiamo raggiunto un guadagno di quasi 300€! Non si tratta di grosse somme, ma (data la nostra condizione di ex-studenti nuovi nel mondo del lavoro) per noi era una vera e propria manna dal cielo.  Abbiamo iniziato a investire sempre di più, a studiare la piattaforma e le diverse strategie attuabili (è importante capire che non esiste una strategia unica e nemmeno una sempre vincente), sino ad arrivare a somme mai viste prima, addirittura 50.000€ nel giro di 10 mesi.

I momenti di perdita non sono mancati, ma siamo sempre riusciti a rimetterci in piedi e riprovare. Fa parte del gioco.

Vedendo i possibili guadagni, ho deciso di mollare il lavoro al bar e di dedicarmi solamente al trading online, senza che fosse più un reddito aggiuntivo. Ce l’ho fatta: sono riuscito a restare in piedi e, grazie ai guadagni ottenuti, ho aperto il mio bar a Parma. Ho fatto del trading il mio secondo lavoro, dato che lo stare dietro ad un bancone è la mia vera specialità, la mia passione -non potrei mai rinunciarvi- ma nei “periodi di magra” è la mia arma vincente.

Dove trovarmi

Se volete passare per un saluto, fate un salto al bar “Jumping”, a Parma. Sarò più che felice di raccontarvi aneddoti e discutere con voi. Ci tengo particolarmente a sottolineare come il mondo del trading online sia spesso visto con sospetto e diffidenza, quando in realtà è un’ottima fonte di guadagno se si impara a sfruttarlo a dovere. In particolare, la piattaforma IQ Option è molto innovativa e di facile utilizzo, è stata progettata appositamente per favorire l’utente, anche quello meno esperto.

Con un impegno costante e tanta forza di volontà, chiunque può diventare un trader e aprirsi da solo la propria strada. Come ho fatto io.